Torino / Giovedì 10 Settembre 2020

Conservatorio Giuseppe Verdi / ore 22:30

Lo spirito della nona

La versione originale, come si sa, prevede un’orchestra integrata da quattro cantanti e da un coro. Ma Liszt, con coraggio, decise di portare tutto sulla tastiera di due pianoforti. La cosa stupefacente è che ci riuscì. E fece nascere, a sua volta, una pagina fenomenale

Ludwig van Beethoven Franz Liszt Nona Sinfonia, trascrizione per due pianoforti

Bruno Canino, pianoforte

Antonio Ballista, pianoforte

Posto unico numerato € 10

BIGLIETTI ESAURITI