Milano / Giovedì 14 Settembre 2017
Semyon Bychkov

PRIMAVERE

Nel 1901, dal tronco di un Ottocento che sembrava ormai sterile, Rachmaninov fece germogliare la sua partitura più nota, segnata dal lirismo e dalla felicità espressiva. Dodici anni dopo Stravinsky inventò un rito battesimale per il Novecento, e, con l’esplosione del suo Sacre, diede il la all’effervescenza delle avanguardie. Sono due primavere, antitetiche, qui riunite una accanto all’altra.

Sergej Rachmaninov

Concerto n. 2 in do minore per pianoforte e orchestra op. 18

Igor Stravinsky

Le sacre du printemps, quadri della Russia pagana

Il concerto è preceduto da una breve introduzione di Gaia Varon
 

In collaborazione con
Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai

 

Posto unico numerato € 20

Sfoglia il programma di sala:

You are missing some Flash content that should appear here! Perhaps your browser cannot display it, or maybe it did not initialize correctly.

 
Video
Milano e Lombardia - 14/09/2017
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni
OK