Estonian Philharmonic Chamber Choir

L’Estonian Philharmonic Chamber Choir è stato fondato nel 1981 da Tõnu Kaljuste, che ne è stato direttore per vent’anni, seguito poi da Paul Hillier e da Daniel Reuss. Il repertorio del Coro spazia dal canto gregoriano e barocco fino alla musica del ventunesimo secolo, con una particolare attenzione per le opere di compositori estoni, introducendole in questo modo al resto del mondo. Ogni stagione tiene tra i 60 e 70 concerti tra Estonia ed estero. L’EPCC ha collaborato con svariati direttori e orchestre di grande rilievo (Abbado, Rilling, Ericson, Neeme e Paavo Järvi, Elts, Lawrence-King, Bernius, Minkowski, Poppen, Davis, Langree, McCreesh); con le orchestre da camera norvegesi, australiane, lituane, di Praga e di Stoccarda; con London Symphony Orchestra, Mahler Chamber Orchestra, Rundfunk Sinfonieorchester Berlin, Concerto Copenhagen, Concerto Palatino, Camerata Salzburg, Les Musiciens du Louvre di Grenoble, Kammerorchester Basel. L’EPCC è stato ospite di numerosi festival in tutto il mondo. Un altro aspetto di grande importanza nella vita del Coro è la registrazione (per ECM, Virgin Classics, Carus, Harmonia Mundi, Ondine). Le sue incisioni hanno vinto due volte un Grammy Award per Miglior Performance Corale: in totale, ha ottenuto 14 nomination per i Grammy per le opere di Arvo Pärt, Erkki-Sven Tüür e la musica dei paesi nordici, oltre al Diapason d’or, il Preis der Deutschen Schallplattenkritik, il Danish Music Award.