Torino / Giovedì 14 Settembre 2017

NATURA MECCANICA

L’organo è il primo sintetizzatore della storia. Non può dunque stupire che le sue infinite possibilità timbriche abbiano spinto molti autori a farne uno specchio della natura. Qui tra acqua, vento, astri, nuvole e cieli, ci si muove alternando brani celebri a chicche meravigliose, in un caleidoscopio sorprendente.

Bedřich Smetana, Barbara Bannasch

La Moldava

Franz Liszt, Lionel Rogg

St. François de Paule marchant sur les flots, da Légendes

Sigfrid Karg-Elert

The Soul of the Lake, Hymn to the Stars, The Mirrored Moon,
da 7 Pastels from the Lake of Constance op. 96

Claude Debussy, Ignace Michiels

Clair de lune,
da Suite bergamasque

Eugène Reuchsel

Nuages ensoleillés sur le Cap Nègre

Douceur des champs de lavande fleurie

Théodore Dubois

Fiat Lux

Alfred Hollins

Song of Sunshine

Flor Peeters

Lied to the Sun,
da Lied-Symphony op. 66

Il concerto è preceduto da una breve introduzione di Stefano Catucci
 

Ingresso gratuito

Sfoglia il programma di sala:

You are missing some Flash content that should appear here! Perhaps your browser cannot display it, or maybe it did not initialize correctly.

 
Video
Torino e Piemonte - 14/09/2017
Fotogallery
Fotogallery
Torino e Piemonte - 14/09/2017

Torino
Duomo, Cattedrale Metropolitana di San Giovanni Battista

ore 17.00

NATURA MECCANICA

Ignace Michiels, organo

Musiche di:
Bedřich Smetana, Franz Liszt, Sigfrid Karg-Elert, Claude Debussy, Eugène Reuchsel, Théodore Dubois, Alfred Hollins, Flor Peeters

ph. Alessandro Bosio

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni
OK