Rafael Anton Irisarri

Rafael Anton Irisarri è un compositore americano e un produttore di musica elettronica associato ai generi post-classico e ambient con sede a Seattle (Washington). La sua musica è una doppia prospettiva che mette a fuoco, in primo piano, micro tessiture di superfici acustiche ricche di interferenze e fruscii, aperto all’orizzonte alberato dei viali al crepuscolo.

Melodie pianistiche sommerse, tonalità che rievocano la chitarra e interpunzione elettronica sono tutti elementi che convergono nella musica di Irisarri; ma è la mano tesa alla composizione elettro-acustica ad offrire all’ascoltatore un punto di vista spesso mozzafiato all’interno di questo mondo sonoro. L’effetto combinato è un momento di introspezione, nel ricordo di paesaggi e della natura delle nostre relazioni con le cose passate mentre ci muoviamo verso quelle che ancora devono venire. Agognando con voce lamentosa, la sua musica non si rassegna mai allo stoicismo della melanconia, ma domanda, si muove e ci ritrae nello stato di ascoltare, di vedere e di riconoscere la scala, la portata e la ricchezza del mondo naturale e di noi stessi nella quotidianità.

La musica di Irisarri si avvicina molto ai progenitori del genere moderno, quali Brian Eno, Robin Guthrie e My Bloody Valentine, e trae ispirazione dalle tradizioni più memorabili del neoclassicismo, da Eric Satie a Olivier Messiaen. È questa l’intersezione di suoni, sia tradizionali che d’avanguardia, che tende a quell’azione di bilanciamento che può essere descritta come qualcosa al di là dell’ambient o del “cinematografico”. La sua musica trasporta l’ascoltatore in uno stato tra la trance emotiva e la deriva psicologica.

Dopo la pubblicazione per molteplici etichette americane ed europee e l’apparizione in diverse compilation di demo dei primi anni del nuovo millennio, la casa discografica norvegese Miasmah ha pubblicato nel 2007 il suo album d’esordio Daydreaming: la sua uscita era prevista originariamente con la leggendaria etichetta Mille Plateaux (prima che venisse cancellata per sempre); l’album è stato accolto immediatamente con molti elogi della critica, non solo da quella della stampa ma anche da altri artisti e colleghi. Un anno dopo, Irisarri è stato selezionato per esibirsi ad Uppsala in Svezia in occasione dell’inaugurazione della nuova sala dell’Uppsala Konsert Och Kongress.
Segue un tour europeo, nel 2007 e nel 2008, con performance in numerosi festival musicali, tra i quali Unsound Festival (Polonia), EME Festival (Portogallo), S.O.Y. Festival (Francia), Timezones Festival (Italia), Audiodigitale (Germania), e Storung (Spagna).

Attualmente Irisarri è impegnato in un progetto in collaborazione con Simon Scott (ex-membro degli Slowdive).

Accanto all’attività di compositore, Irisarri accosta quella di Strategic Development Director al Decibel Festival di Seattle.

(Data ultima revisione: 2011)

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni
OK