Milano / Martedì 11 Settembre 2018
Teatro Litta / ore 17

BALLATE TRECENTESCHE

La danza ha faticato a lasciare una traccia scritta nella musica occidentale. È stato solo tra Due e Trecento che ballate, virelai e istampitte hanno trovato attenzione e fogli sui quali essere fissate. Qui, dunque, si torna a quel momento magico, quando una cultura orale ha trovato la via della scrittura.

Antonio Zacara da Teramo

Ie suy navrés– Gnaff’a le Guagnele

Benché lontan mi trovi

Ciaramella

Ad ogne vento come foglia

Codex London add 29987

Trotto, Istampitta Tre Fontane,
Lamento di Tristano, La Rotta

Johannes Ciconia

Caçando un giorno

Gli atti col danzar

Guillaume de Machaut

Plus dure qu'un dyamant

Douce Dame Jolie

Dame a vous sans retollir

Paolo da Firenze

Godi, Firençe

Antonello da Caserta, Matteo da Perugia

Più chiar che’l sol

Robertsbridge Codex

Estampie

Bartolino da Padova

Strinçe la man

Antonello da Caserta

Del Glorioso Titolo

Michele Pasotti, direttore e liuto
Il concerto è preceduto da una breve introduzione di Gaia Varon
 

Posto unico numerato € 5

 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni
OK