Milano / Martedì 4 Settembre 2018

BALLETTI RUSSI

Čajkovskij ha in mente i suoi celebri balletti anche quando scrive per violino e orchestra. Stravinsky destina alla danza il capolavoro con il quale si rivela al mondo. E Victoria Borisova-Ollas si avvicina a Schumann in punta di piedi, sfruttando la tavolozza timbrica del presente. Tre generazioni di compositori russi, qui riuniti per una serata di festa.

Robert Schumann

Träumerei, da Kinderszenen op.15

Orchestrazione di Victoria Borisova-Ollas
dall’originale per pianoforte
PRIMA ESECUZIONE IN ITALIA

Pëtr Il'ič Čajkovskij

Concerto in re maggiore per violino e orchestra op. 35

Igor Stravinsky

L’oiseau de feu

Il concerto è preceduto da una breve introduzione di Gaia Varon
 

Posti numerati € 25, € 30

 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni
OK