Milano: le mostre da non perdere
a settembre

Preraffaelliti. Amore e desiderio

Palazzo Reale / 19 giugno – 6 ottobre 2019
Una mostra, organizzata in collaborazione con la Tate Britain di Londra, che si basa sulla celebre collezione d’arte preraffaellita del museo londinese e include dipinti iconici che difficilmente vengono prestati, quali l’Ofelia (1851-1852) di John Everett Millais e la Lady of Shalott (1888) di John William Waterhouse. Accanto a simili capolavori, dipinti meno noti, a formare un insieme visivamente sbalorditivo. Curata da Carol Jacobi, Curator British Art 1850 – 1915 della Tate Britain, l’esposizione, suddivisa in otto sezioni tematiche, illustra l’impatto prodotto dal movimento e la centralità, nella loro poetica, dell’ispirazione “italiana”, dimostrando come il fascino dei preraffaelliti sia ancora straordinariamente attuale.

www.palazzorealemilano.it
 


Ugo Nespolo. Fuori dal coro

Palazzo Reale / luglio – settembre 2019
Ugo Nespolo è artista versatile che opera in un ampio campo di discipline, dalla pittura al cinema, alla scultura. Questa mostra milanese, curata dalla Studio Nespolo, mette in scena un percorso che si snoda cronologicamente dalla fine degli Anni Sessanta sino ai giorni nostri per mostrare l’eclettismo di un artista che ha da sempre messo in pratica un atteggiamento ironico ed irriverente e mai schiavo di mode e di obblighi, l’ironica utopia di una nespocrazia assoluta.

Ingresso gratuito

www.palazzorealemilano.it
 


Nanda Vigo Light Project

Palazzo Reale / luglio – settembre 2019
Una mostra antologica sull’attività di artista di Nanda Vigo. Architetto, designer, protagonista della scena artistica milanese tra gli anni Sessanta e Settanta, e fino ad oggi, l’attività di Vigo si è svolta nel territorio di confine tra arte e design, attraverso collaborazioni con Gio Ponti, Piero Manzoni, Lucio Fontana, Gruppo Zero, Alessandro Mendini. L’invenzione dei “cronotopi”, oggetti/sculture che hanno come tema e materia la luce, scandisce l’inizio di questa ampia rassegna, curata da Marco Meneguzzo, che mostra un percorso creativo sorprendentemente vario e di portata internazionale.

Ingresso gratuito

www.palazzorealemilano.it
 


Guido Pajetta. Miti e figure tra forma e colore

Palazzo Reale / luglio – settembre 2019
Guido Pajetta più di altri artisti non ha soltanto attraversato quasi interamente il Novecento, ma lo ha vissuto nelle sue molteplici caratteristiche e contraddizioni. La sua opera ci rinvia a fatti storici, a personaggi scomparsi e talora dimenticati, a scelte di stile e di gusto che hanno orientato la cultura del tempo. La mostra, a cura di Paolo Biscottini, non vuole semplicemente esporre una sequenza di opere d’arte, ma dimostrare come in esse la vicenda umana e artistica si mescoli a quella storica, offrendosi come occasione pedagogica di un‘epoca che i giovani conoscono poco.

Ingresso gratuito

www.palazzorealemilano.it
 


Anna Maria Maiolino.
O amor se faz revolucionário

PAC Padiglione d’Arte Contemporanea / 29 marzo – 1 settembre 2019
Traendo ispirazione dall’immaginario quotidiano femminile e dall’esperienza di una dittatura oppressiva e censoria – quella del Brasile negli anni '70 e '80 – Anna Maria Maiolino, italiana d’origine e brasiliana di adozione, realizza opere ricche di energia vitale. Attraverso performance, sculture, video, fotografie e disegni l’artista indaga i rapporti umani, le difficoltà comunicative e di espressione, al confine tra fisicità umana e sfera intima e spirituale. Per la mostra del PAC, curata da Diego Sileo, l’artista ha realizzato un’installazione site specific e una nuova performance. Finissage della mostra lunedì 2 settembre.

www.pacmilano.it
 


Presenta il tuo biglietto MITO

Le mostre a pagamento avranno una riduzione sul biglietto d’ingresso presentando un biglietto MITO.