mdi ensemble

mdi ensemble nasce nel 2002 su iniziativa di sei giovani musicisti milanesi uniti dalla passione per la musica contemporanea e sostenuti dall'Associazione Musica d'Insieme. Fin dagli esordi l'ensemble affianca lo studio delle più importanti partiture, collaborando con compositori quali Sylvano Bussotti, Emanuele Casale, Stefano Gervasoni, Helmut Lachenmann, Misato Mochizuki, Gerard Pesson, Emilio Pomarico, Stefano Scodanibbio e Mauro Lanza, a un repertorio che valorizzi musiche di giovani compositori emergenti del panorama internazionale. mdi ensemble si propone preferibilmente in veste cameristica, potendo così contare sull'affiatamento del gruppo e sulla ricerca di un'interpretazione comune; non mancano tuttavia collaborazioni di prestigio con direttori quali Yoichi Sugiyama, Robert HP Platz, Marino Formenti e Pierre-André Valade. L'ensemble è ospite delle più importanti istituzioni musicali italiane e straniere, tra cui il festival Milano Musica, MiTo-Settembre Musica, Biennale Musica di Venezia, teatro Bibiena di Mantova, PAC e Teatro Filodrammatici di Milano, Mittelfest, Lingotto Musica Torino, Istituto Giapponese di Roma, Festival Traiettorie di Parma, Amici della Musica di Palermo; nel 2010 mdi è ensemble in residence alla prima edizione del Festival Koinè diretto da Ivan Fedele presso il Teatro dal Verme di Milano. Nello stesso teatro realizza Pierrot Lunaire di Arnold Schoenberg in una versione di scena con costumi e regia di Sylvano Bussotti, in collaborazione con l’Accademia del Teatro alla Scala. Dal 2012 al 2014 mdi ensemble, con il sostegno della Fondazione Cariplo, è artist in residence presso Milano Musica – associazione per la musica contemporanea. All'estero si esibisce presso la Tonhalle di Dusseldorf, Konzerthaus di Dortmund, Istituto Giapponese e Istituto Italiano di Colonia, SMC di Losanna, SWR di Stoccarda, ORF di Innsbruck, Teatro Forteza di Maiorca, LACMA di Los Angeles. Nel gennaio 2008 il debutto a Tokyo, grazie alla collaborazione con il Cemat, in una serie di concerti dedicati a diversi compositori italiani. Nel giugno 2013 l’ensemble è invitato da Ken-David Masur come artist-in-residence al Chelsea Music Festival di New York. Suoi concerti sono ripresi e trasmessi da Rai RadioTre e da Rai International. La prima produzione discografica di mdi, con musiche di Stefano Gervasoni, è stata pubblicata da Aeon Paris e ha ottenuto il prestigioso riconoscimento "Coup de coeur - musique contemporaine 2009" conferito dall'Accademia Charles Cros. Dalla tournée giapponese del 2008 è stato tratto un cd monografico dedicato a Sylvano Bussotti pubblicato da Stradivarius; In settembre 2013 è uscito “Almost Pure” dedicato al compositore Marco Momi (Edizioni Stradivarius). Dal 2008 gli archi di mdi partecipano al progetto RepertorioZero, che utilizza esclusivamente strumenti elettrici e concreti. Il progetto R0 debutta al festival MiTo 2008 e successivamente è in cartellone al Conservatorio di Lugano, alla Tonhalle di Zurigo e alla Biennale di Venezia. Nel 2011 RepertorioZero riceve il Leone d'Argento alla Biennale di Venezia "per la propria ricerca innovativa - nel modo di lavorare con la musica d’oggi - che vuole andare oltre l’esperienza delle avanguardie tradizionali, che si confronta con un repertorio tutto da costruire e con la necessità di trovare soluzioni alle numerose variabili presenti nella musica contemporanea." mdi ensemble e RepertorioZero hanno recentemente inciso il loro ultimo CD, “Dulle Griet”, un album monografico dedicato al compositore Giovanni Verrando (CD AEON, AECD 1328 – direttore: Pierre-André Valade).