MITO Edizioni
Il Festival MITO Settembre Musica ha proseguito fino al 2011 l’attività editoriale iniziata già nel 1985 dall’allora Settembre Musica torinese: il desiderio è rimasto quello di arricchire il panorama della cultura musicale del nostro paese con testimonianze non effimere. Con la quinta edizione di MITO SettembreMusica il numero di volumi si è accresciuto fino a raggiungere quota trentanove, tra monografie e studi di etnomusicologia. L’interesse destato dalle monografie dipende in buona parte dal fatto che esse contengono la voce dell’autore affidata a lunghe interviste, vere e proprie autobiografie dialogate. Il valore della collana di etnomusicologia è avvalorato dal successo che tali volumi hanno nelle Università italiane e straniere. Accostare al tradizionale programma musicale un’opera editoriale, curata da Enzo Restagno, all'epoca Direttore Artistico, di pari qualità, risponde anche alla volontà di formare e qualificare il pubblico attuale e potenziale.
Pubblicazioni 2011
Musica etnica

AAVV
L’isola magica - Haiti
A cura di Emmanuelle Honorin
Traduzione e cura dell'edizione italiana di Giovanni De Zorzi
Ricordi, Milano 2011
ISBN 978-88-7592-899-5
Questo libro è innanzitutto un omaggio ad una terra colpita nel 2010 dalla devastazione del terremoto. Davanti a quella tragedia ci si rese conto di quanto l’immagine stereotipata di Haiti come “isola magica” fosse crudelmente ingiusta. Il libro racconta la storia vera dell’isola: in una civiltà che ha scelto, o che è stata costretta a scegliere, come principale mezzo di comunicazione la musica e la danza, questa storia può essere raccontata solo dalla ricerca musicologica. Haiti è la dimostrazione di un sincretismo musicale singolare, di un’alchimia incredibile nata dalle scosse e dai soprassalti della Storia, dagli scontri fra culture diverse, dagli incontri tra le musiche di corte europee – giunte sull’isola nel XVII secolo – e le tradizioni più specificamente africane, di matrice religiosa, giunte con gli schiavi.
 
Pubblicazioni 2010
Musica Contemporanea

Helmut Lachenmann, Wolfgang Rihm
Conversazioni e scritti
A cura di Enzo Restagno
Ricordi, Milano 2010
ISBN 978-88-7592-891-9
Lachenmann e Rihm, oltre alla complementarità che nasce dalla sostanziale diversità delle loro poetiche, hanno dei tratti comuni che, accuratamente indagati in questo duplice ritratto, conducono alla scoperta di un complesso sistema di relazioni in cui si riconosce quello che si è soliti definire senso della tradizione. Il più visibile di questi tratti comuni consiste nella vocazione, intensa in entrambi i compositori, a prolungare il loro impegno anche in una prospettiva teorico-filosofica, scrivendo e pubblicando numerosi saggi. In questo volume ne viene presentata una selezione – secondo indicazioni fornite dagli autori stessi – preceduta da due interviste che approfondiscono in maniera diretta il pensiero di questi due protagonisti della musica tedesca.
Musica etnica

Giovanni De Zorzi
Musiche di Turchia 
Con un saggio di Kudsi Erguner
Ricordi, Milano 2010
ISBN 978-88-7592-890-2
Uno dei temi portanti di questo volume è quello dell’interculturalità: ovunque si è cercato di mettere in evidenza scambi, passaggi, prestiti e “transiti” tra popoli, culture, repertori e strumenti musicali in un’area che da millenni è l’Oriente per l’Occidente, e l’Occidente per l’Oriente. A fianco dell’interculturalità che attraversa l’area, si pone il tema, caro all’etnomusicologia, della cosiddetta “alterità musicale”: il mondo musicale e culturale di quell’area che è l’attuale Turchia è sempre stato l’altro dell’Occidente. In questo dialogo millenario, il centro di una simile area fu Bisanzio, divenuta Costantinopoli nel 330 d.C. e ribattezzata Istanbul nel 1760, rimasta sempre e comunque il faro multietnico, multiculturale e interreligioso che illuminava i suoi vasti territori.
 
Pubblicazioni 2009
Documenti

Autori vari
Lo Studio di Fonologia
Un diario musicale 1954-1983
a cura di Maria Maddalena Novati
Ricordi, Milano 2009
ISBN 978-88-7592-869-8
Questo volume cerca di ricostruire un’immagine il più possibile completa dello Studio di Fonologia Musicale di Milano della RAI, tra il 1954 e il 1983, grazie al recupero effettuato da Maria Maddalena Novati dei materiali musicali – nastri, partiture, progetti – e delle apparecchiature. Corredano il volume i saggi di Angela Ida De Benedictis (gli esordi), Alvise Vidolin (la scuola), Antonio Rodà (l’evoluzione dei mezzi tecnici e l’elenco degli apparati), Giovanni Belletti (i tecnici) e Maria Maddalena Novati (la storia e il catalogo delle opere).
Musica etnica

Bonnie C. Wade
Le tradizioni musicali del Giappone
Prefazione di Enzo Restagno
Ricordi, Milano 2009
ISBN 978-88-7592-868-1
I Gitani hanno attraversato una moltitudine di luoghi e spazi, dal deserto del Rajasthan all’Andalusia, dalla verde vallata del Sindh a quella del Nilo o del Danubio, dagli altipiani dell’Himalaya alla Transilvania, dal Mar Rosso all’Oceano Atlantico. Il presente volume illustra questo viaggio e l’universo musicale che ha saputo generare, accompagnandoci nella scoperta dei repertori e delle pratiche musicali propri di questo popolo. Nell’evocare il periplo tzigano, incominciato in India prima dell’anno Mille, questo volume percorre il Vicino e il Medio Oriente, in cui la presenza dei Gitani èancor oggi in gran parte conosciuta insufficientemente.
Pubblicazioni 2008
Musica contemporanea

Olivier Messiaen. Dai canyon alle stelle
A cura di Peter Hill
Prefazione di Enzo Restagno
Il Saggiatore, Milano 2008
512 pp.
ISBN 978-884281485-6
Proposta in occasione del centenario della nascita del compositore, questa monografia è la prima a offrire una lettura completa delle opere del maestro francese. Suddivisa per generi, la produzione di Messiaen viene affrontata da musicologi come Peter Hill, curatore del volume, Wilfrid Mellers, Jane Manning, Richard Steinitz e Paul Griffiths. Alla grandezza di Messiaen rendono omag-gio le testimonianze di Pierre Boulez e di George Benjamin, nonché una preziosa intervista alla moglie Yvonne Loriod, illuminata interprete e ispiratrice della sua opera pianistica.
Musica etnica

Alain Weber
Il viaggio musicale dei Gitani Dall'India all'Andalusia
Prefazione di Enzo Restagno
Ricordi, Milano 2008
XX-156 pp.
ISBN 978-88-7592-856-8
I Gitani hanno attraversato una moltitudine di luoghi e spazi, dal deserto del Rajasthan all’Andalusia, dalla verde vallata del Sindh a quella del Nilo o del Danubio, dagli altipiani dell’Himalaya alla Transilvania, dal Mar Rosso all’Oceano Atlantico. Il presente volume illustra questo viaggio e l’universo musicale che ha saputo generare, accompagnandoci nella scoperta dei repertori e delle pratiche musicali propri di questo popolo. Nell’evocare il periplo tzigano, incominciato in India prima dell’anno Mille, questo volume percorre il Vicino e il Medio Oriente, in cui la presenza dei Gitani èancor oggi in gran parte conosciuta insufficientemente.
Pubblicazioni 2007
Musica contemporanea

Autori vari
Isang Yun. Musica nello spirito del Tao
A cura di Hanns-Werner Heister e Walter Wolfgang Sparrer
Edizione italiana a cura di Enzo Restagno
Ricordi, Milano 2007
296 pp.
ISBN 978-88-7592-837-7
In questo volume, varie tessere compongono come in un mosaico la figura e l’opera di Isang Yun, la sua attività musicale e politica. Per fornire un’immagine approfondita e dettagliata del compositore, che si è mosso tra due culture e che nelle sue opere ha fuso il mondo sonoro della musica tradizionale coreana col linguaggio degli strumenti europei, gli autori hanno chiesto a musicologi, compositori, interpreti e amici di Yun di collaborare con loro. Ne esce un’immagine non univoca, ma sorprendentemente vivace, un libro pensato sia come testo di lettura sia come libro di studio, che informa in modo mirato su singole composizioni, temi e questioni.
Musica etnica

Alain Weber
Musiche della Corea
Introduzione alla tradizione musicale della Corea
A cura di Wolfgang Burde
Prefazione di Enzo Restagno
Premessa di Wolfgang Burde
Ricordi, Milano 2008
XX-216 pp.
ISBN 978-88-7592-834-6
La tradizione musicale coreana, estremamente ricca e articolata, non rispecchia soltanto la struttura sociale e gerarchica della nazione, ma riflette anche i legami spirituali profondi con la cultura cinese: il suo sviluppo religioso e filosofico, la sua cosmogonia. Questo libro introduce il lettore alla ricchezza della tradizione musicale coreana con le sue radici e le sue connessioni culturali e avvicina l’ascoltatore occidentale a un mondo sconosciuto.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Visitando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Informazioni
OK