Giovanni Scomparin

Cantore per numerosi anni nei Pueri Cantores di Rho sotto la direzione del maestro Luigi Toia presso la Chiesa Prepositurale San Vittore di Rho, ha svolto un’intensa attività liturgica e concertistica sia come corista e contrabbassista della Cappella, con la quale ha avuto modo di eseguire numerosi concerti, in particolare opere di J.S. Bach (le Passioni secondo Matteo e Giovanni), inoltre mottetti e messe di Bach, Palestrina, Mozart, Haydn, Monteverdi e Bettinelli. Nel 1990 ha preso parte a Mosca al I Convegno di musica corale, in rappresentanza della Curia ambrosiana. Ha studiato contrabbasso con il M° Carlo Capriata, già prima parte dell’Orchestra del Teatro alla Scala, presso la Civica Scuola di Musica (Villa Simonetta) e perfezionandosi poi presso il Conservatorio di Milano Giuseppe Verdi. Ha conseguito l’idoneità come strumentista presso l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, l’Orchestra ex RAI di Milano, l’Orchestra Arena di Verona e l’Orchestra del Puccini Opera Festival. Ha seguito gli studi di musica antica (presso Villa Simonetta) di notazione medievale e rinascimentale, filologia musicale, contrappunto rinascimentale sotto la guida di Diego Fratelli, per violone con Paolo Rizzi. Parallelamente ha seguito i corsi di direzione di coro, musica corale e didattica con Sebastian Korn (Conservatorio di Verona). Presso la Schola Cantorum di Basilea ha seguito i corsi di notazione gregoriana e violone. Ha seguito numerosi seminari di interpretazione strumentale con Trevor Pinnock e Carlo Onofri e masterclass di direzione corale con Peter Phillips, Gary Graden, Par Freiberg, Johannes Prinz. Ha svolto un’intensa attività come strumentista sotto la direzione di prestigiosi direttori quali Donato Renzetti, Marcello Panni, Peter Maag, Carlo Maria Giulini, con artisti internazionali quali Luciano Pavarotti, Katia Ricciarelli, Mario Brunello, Bruno Canino e Antonio Ballista. Nel 2001 ha fondato la Cappella Musicale Rhaudenses Cantores (Cantori Rhodensi) con la quale svolge regolare attività concertistica, con concerti in tutta Italia e all’estero esibendosi anche in prestigiose location quali Teatro Dal Verme, Museo Santa Giulia (Brescia), Stato del Vaticano. Medaglia d’argento al Concorso Nazionale Gaffurio e finalista per numerose volte alla rassegna cori U.S.C.I. (Unione società Corali Itaiane) di Milano, considerato dalla critica specializzata e dal pubblico uno dei migliori gruppi polifonici di Milano. Nel 2004 dà vita alla Rassegna Biennale Internazionale di Musica Cultura e Arte Sacra La cartella dei Cantori con il patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Milano, del Comune di Milano, del Comune di Rho, del Festival Internazionale dei cori di Legnano, in collaborazione con l’Istituto di Cultura Francese di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Accademia delle Belle Arti di Brera, Civica Scuola di musica. Numerosi i premi ricevuti in merito all’attività corale svolta nel decennio di fondazione. Nel 2008 i Rhaudenses Cantores partecipano alla realizzazione dell’opera Ferrovia Soprelevata su testo di Dino Buzzati e musiche di Luciano Chailly, presso il Piccolo Teatro Studio di Milano, con l’Orchestra Milano Classica. Nel 2009 in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera la realizzazione dell’opera Cambiale di matrimonio di Giachino Rossini. Dal settembre 2004 al Gennaio 2011 è stato maestro di cappella presso la Basilica di S. Ambrogio, svolgendo un intenso lavoro di riqualificazione musicale, portando il coro ai massimi splendori artistici. Nel 2006 è chiamato a dirigere i Vespri Solenni presso la Patriarcale Basilica di San Pietro (Stato del Vaticano), in occasione dell’apertura del XXXVIII Convegno Nazionale Santa Cecilia, celebrati da S.E.R. Piero Marini, già cerimoniere di Beato Giovanni Paolo II e di Papa Benedetto XVI. Nel 2007 è invitato dal Prof. T.F. Kelly, capo del dipartimento di musica dell’Università di Harvard, a partecipare al Convegno mondiale Ambrosian at Harvard tenutosi negli Stati Uniti a Boston presso la prestigiosa università, ed eseguendo in prima assoluta negli U.S.A. il Vespro di San Luca in canto ambrosiano presso la San Patrick Church di Boston. Nel 2008 a seguito del prezioso lavoro svolto a Milano, e in campo internazionale, è stato insignito della Civica Benemerenza Ambrogina, ricevendo dalle mani del Sindaco Letizia Moratti il riconoscimento per alti meriti artistici e culturali nella salvaguardia e la diffusione nel mondo dell’antico canto ambrosiano. Nel 2009 è nel cartellone del prestigioso Festival MITO, riscuotendo consensi di critica e pubblico per la realizzazione musicale del Vespro di San Michele. Nell'estate e autunno 2010 collabora alla redazione dell'Antifonale Ambrosiano, a cura di Ferruccio Ferrari, pubblicato dal Comune di Milano e dall’Arcidiocesi di Milano, curando inoltre la registrazione dei 3 cd inseriti nell’opera. Nel dicembre 2010 su invito del Presidente della Repubblica Ceca, del Console e del Prefetto della Biblioteca Ambrosiana Mons. Franco Buzzi, si reca a Praga a dirigere il Pontificale dell’Immacolata presso il Monastero di Strahov, e a inaugurare la sala Filosofica della Biblioteca del Monastero di Strahov. Nel Giugno 2011 gli è stata attribuita la Civica Onorificenza della Città di Rho, per aver diffuso il canto ambrosiano nel mondo, e aver ricoperto importanti incarichi culturali in ambito milanese. Nell’ambito della diffusione Giovanni Scomparin ha eseguito il canto ambrosiano in numerosi e diversi contesti, quali Repubblica di San Marino, Svizzera, Grecia, Israele, Repubblica Ceca, Stati Uniti e in numerose città italiane (Bergamo, Bologna, Treviso, Roma, Ravenna, Varese, Lecco, Milano, Rimini, Pesaro Urbino, Brescia), in numerose chiese di Milano (Santa Maria delle Grazie, Certosa di Garignano, Abazia Morimondo, Basilica Apostolica San Nazaro, Basilica San Simpliciano, Monastero San Maurizio, Duomo di Milano), presso ospedali, chiese di periferia e cascine del milanese (Vox Ambrosii) con l’intento di far conoscere un’importante tradizione culturale, che è sopravissuta nei millenni. All’attività musicale affianca anche quella di ricerca musicale curando trascrizioni di musica sacra inedita del periodo medievale e rinascimentale. Dal 2010 è direttore artistico e musicale dell’Associazione Cantori Ambrosiani. Ideatore di diversi programmi musicali ha realizzato concerti vocali e strumentali in luoghi dove la musica ha un acceso più difficoltoso quali ospedali, case di riposo, carceri e scuole. Per Radio Missione ha ideato e curato la trasmissione radiofonica Parole e Suoni. Per l’Ospedale Policlinico di Milano ha ideato il ciclo di concerti La voce e l’anima. Nel 2000 ha pubblicato Concerto Straordinario, edt. Abelardo Pescia (PT).