Daniele Rustioni

A 34 anni Daniele Rustioni è uno dei direttori d’orchestra più interessanti della sua generazione, avendo ricevuto il premio come «Best Newcomer of the Year» all’INTERNATIONAL OPERA AWARDS già nel 2013. Attualmente è Direttore Principale dell’Orchestra della Toscana, tra il 2008 e il 2010 è stato Direttore Ospite Principale del Teatro Mikhailovsky di San Pietroburgo e dal 2012 al 2014
Direttore Musicale del Teatro Petruzzelli di Bari. Il critico principale del TIMES aveva profetizzato, in occasione del suo debutto in Inghilterra: «Siamo chiaramente di fronte a un altro talento in ascesa, destinato a grandi cose». Daniele Rustioni ha studiato a Milano, dove si è diplomato giovanissimo in organo, composizione e
pianoforte. Ha proseguito gli studi di direzione d’orchestra con Gilberto Serembe, continuando la sua formazione all’Accademia Musicale Chigiana di Siena sotto la guida di Gianluigi Gelmetti ed alla Royal Academy of Music di Londra. Nel 2007 Gianandrea Noseda diventa il suo mentore e lo avvia alla carriera direttoriale con l’opportunità di debuttare al Teatro Regio Torino. Alla Royal Opera House,
Covent Garden di Londra è stato poi assistente di Antonio Pappano, che lo ha seguito nei primi passi.
Oggi Daniele Rustioni dirige regolarmente nei migliori teatri italiani, dal Teatro Regio Torino, alla Fenice di Venezia, è stato ospite del Maggio Musicale Fiorentino e del Rossini Opera Festival a Pesaro. Nell'Ottobre 2012 ha debuttato al Teatro alla Scala con La bohème e vi è tornato per due stagioni consecutive con la nuova produzione Un ballo in maschera nell’ambito delle celebrazioni del bicentenario verdiano e poi per una ripresa de Il trovatore nel Febbraio 2014, registrata in video dalla RAI. Nel Marzo 2011 aveva già debuttato con Aida alla Royal Opera House Covent Garden, dove è tornato nello scorso autunno con una produzione dell’Elisir d’amore di molto successo. Sempre nel Regno Unito Daniele Rustioni ha diretto all’Opera North ed è stato ospite della Welsh National Opera per una serie di progetti, tra cui una nuova produzione di Così fan tutte e due opere belcantiste di Donizetti, Anna Bolena e Roberto Devereux, accolte da un clamoroso successo di critica. Daniele Rustioni ha debuttato negli Stati Uniti al Glimmerglass Festival con una nuova produzione della Medea di Cherubini e vi è tornato per il debutto alla Washington National Opera nel Marzo 2013 e per un tour con l’Orchestra dell’Accademia della Scala nel Decembre dello stesso anno. Debutterà al MET nella stagione 2016/17.
Nel corso della stagione 2013/14 ha debuttato in Giappone con la Nikikai Opera, all’Opéra National de Lyon con una nuova Produzione di Simon Boccanegra, alla Bayerische Staatsoper con Madama Butterfly e alla stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma alle Terme di Caracalla. La stagione in corso prevede il suo debutto allo Staatstheater di Stoccarda, al Teatro di San Carlo di Napoli e alla Staatsoper di Berlin oltre al ritorno al Teatro Regio di Torino. Nell’autunno del 2015 farà la sua prima apparizione all’Opéra National de Parigi e all’Opernhaus di Zurigo.
Daniele Rustioni svolge un’intensa attività sinfonica: oltre alla collaborazione con l’Orchestra della Toscana, ha già diretto le migliori orchestre sinfoniche italiane come l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI e la Filarmonica della Fenice. Ha inoltre diretto la BBC Philharmonic, l’Orchestra della Svizzera Italiana (a Lugano e in tournée), la Helsinki Philharmonic, la London Philharmonic , l’Orchestre Philharmonique de Montecarlo oltre alla Kyushu Symphony Orchestra in Giappone.

(Last revision date: 2017)

This website uses cookies to deliver you some of its features.
By visiting the website you accept our cookie policy.
Info
OK