Ottavio Dantone

Ottavio Dantone si è diplomato in organo e clavicembalo presso il Conservatorio di Milano. Nel 1985 ha ottenuto il premio di basso continuo al Concorso Internazionale di Parigi e, nel 1986, è stato premiato al Concorso Internazionale di Bruges, primo italiano ad aver ottenuto tali riconoscimenti a livello internazionale in ambito clavicembalistico. Dal 1996 è il direttore musicale dell’Accademia Bizantina di Ravenna. Negli ultimi anni ha affiancato all’attività di solista e leader di gruppi da camera quella di direttore d’orchestra, estendendo il suo repertorio all’opera e al periodo classico e romantico. In questa veste è regolarmente ospite delle più prestigiose sale e associazioni concertistiche. Il 1999 è l’anno del suo debutto operistico. Per la stagione lirica del Teatro Alighieri di Ravenna, alla guida dell’Accademia Bizantina, propone la prima esecuzione in tempi moderni del Giulio Sabino di Giuseppe Sarti (1781), opera della quale cura anche la revisione. Nell’autunno dello stesso anno è stato scelto da Riccardo Muti per dirigere le repliche di Nina, ossia la pazza per amore di Paisiello (produzione del Teatro alla Scala, del Piccolo Teatro di Milano e del Ravenna Festival). Da allora si sono moltiplicati i suoi impegni nel campo della lirica. Nel dicembre 2001 è stato invitato ad inaugurare la stagione del Teatro Regio di Parma con il Marin Faliero di Gaetano Donizetti. Moltissime le registrazioni radiofoniche e televisive in Italia e all’estero, nonché quelle discografiche come solista e come direttore, per le quali ha ottenuto prestigiosi premi e riconoscimenti dalla critica internazionale. Dal 2003 registra per la Decca. Tiene regolarmente corsi di perfezionamento di clavicembalo, musica da camera, basso continuo e improvvisazione.

(Last revision date: 2017)

This website uses cookies to deliver you some of its features.
By visiting the website you accept our cookie policy.
Info
OK